mercoledì 10 aprile 2013

Vodafone e il servizio clienti misterioso...

Appena passato da Wind a Vodafone ero entusiasta: un insieme di piccoli accorgimenti per il cliente che la compagnia di Eolo non aveva mai avuto, a fronte di un costo di poco superiore. Ma come sempre voglio aspettare un po' per gli elogi, ormai l'esperienza mi ha insegnato che le magagne escono fuori dopo un po'.
E così è stato. Una sera, avendo necessità di parlare col servizio clienti, chiamo il 190. Dopo una mezz'ora di attesa (non era mai successo) riattacco. L'indomani un'altra mezz'ora di attesa senza riuscire a parlare con nessuno, due giorni dopo componendo il 190 mi accorgo che era stata esclusa l'opzione "parla con un operatore". Eseguo altre prove nei giorni seguenti e poi contatto la loro assistenza di Facebook, dove noto che il mio problema era comune a decine di altri clienti. Gli scrivo, mi forniscono un indirizzo mail (non PEC, quelli puzzano!!) e espongo a loro il mio problema. La risposta?? A stretto giro di posta mi comunicano che, a seguito di un loro controllo tutto risulta funzionante.
Morale?? A distanza di un mese non sono ancora in grado di parlare con un operatore, con tutti i disagi che ne conseguono.
Cambiare operatore??? No, basta. Mi sono stufato di cambiare io, cambio operatore, pago 5 euro e vengo fregato un'altra volta da questo oligopolio di lobby telefoniche. E rinizio il giro. Basta, sarà bene che inizino a cambiare (e pagare) loro. Stasera butto giù due righe da inviare alla CoReCom, chiederò una conciliazione dove esporrò le mie richieste, economiche ma non solo.
Vi terrò aggiornati.

In allegato solo alcuni dei commenti degli utenti sulla pagina ufficiale Vodafone riguardo i disservizi del 190...




















Nessun commento:

Posta un commento