mercoledì 26 settembre 2012

Il bullo, il clochard e lo smartphone

Qualche giorno fa, mi trovavo a Roma verso l'ora di pranzo. Entro in un bar e vedo uno di quei bulletti da liceo un pò troppo cresciuti, camicia attillata, maniche rimboccate e un cartellino identificativo di qualche tipo.
Deve convincere un clochard a lasciare il bar. Il clochard non ha intenzione di uscire, ed iniziano le urla da parte di entrambi. Quasi nessuno gli presta attenzione, solo io e un altro ragazzo.
Ad un certo punto il bulletto alza la mano e carica l'avambraccio come per colpirlo, ma si ferma quando vede che ho uno smartphone tra le mani nella sua direzione. Non può sapere se sto filmando o se ho già scattato delle foto, mi guada con profondo odio e nel frattempo il clochard esce dal bar.
Il bulletto viene verso di me e mi guarda male, ma non mi dice nulla, e si ripiazza davanti all'ingresso.
Io di fatto il telefono lo avevo appena preso, non avevo fatto manco in tempo ad accedere alla fotocamera, ma lui questo non poteva saperlo.

I telefonini che fanno le foto sono utilissimi: usateli!!!!!

immagine di misilmeriblog.it

Nessun commento:

Posta un commento