domenica 5 agosto 2012

Le PEC vanno ignorate, anche se si perdono clienti. Contenti loro...

Il giorno 29/07/2012 alle ore 07:38:30 (+0200) il messaggio
"informazioni per stipulazione nuovo contratto" proveniente da "indirizzo pec"
ed indirizzato a "windtelecomunicazionispa@mailcert.it"
è stato consegnato nella casella di destinazione.

Identificativo messaggio: opec270.20120729073830.05270.07.1.16@pec.aruba.it

Spettabile Wind Telecomunicazioni,

chiedo di sapere se, stipulando con Voi un nuovo contratto telefonico di fornitura Adsl, potrei usufruire di un servizio degno di tale nome o se nulla è cambiato da quando mi trovai costretto a disdire il contratto per il precario funzionamento della connessione stessa.

allego mail di disdetta

distinti saluti




Ho fatto una prova: le aziende risponderanno alle mail certificate se invece di reclami si tratta di un potenziale cliente??
Quella qui sopra è la mail che ho inviato qualche giorno fa ad Infostrada tramite PEC. Nada, prima di rispondere ad una PEC, preferiscono perdere il cliente o non prenderlo affatto, come in questo caso. Non riescono a concepire che un consumatore possa dirgli qualcosa di legalmente valido senza spendere fior di quattrini e tempo in fila alla posta.
Contenti loro...

Nessun commento:

Posta un commento