lunedì 25 giugno 2012

Quando le forze dell'ordine sbagliano... su Facebook

Chi mi conosce personalmente sa che non sono contrario per partito preso alle forze dell'ordine, anzi....
Ogni qual volta in questo blog ho scritto o scriveró qualcosa che possa far pensare che io abbia un odio innato e generalizzato nei confronti di carabinieri, polizia o quant'altro, vorrà dire che mi sono espresso male. Perché l'odio, o meglio l'intolleranza, io la ho con quegli appartenenti alle forze dell'ordine che si vestono di arroganza e di ignoranza, commettendo soprusi e/o abusi, dal più insignificante al più grave.
Se arrogante lo è, ad esempio, un muratore, piuttosto che un cameriere, ci troveremo ad aver a che fare con un prepotente magari, ma è un gioco ad armi pari. Se arrogante lo diventa un poliziotto, abusando della sua divisa (divisa che noi cittadini gli paghiamo), sarebbe assai più difficile difenderci, e la situazione potrebbe somigliare a quella in cui Alberto Sordi, nel celeberrimo film "Il marchese del Grillo", si sottrae ad un arresto e indica alla milizia chi arrestare, abusando della sua posizione privilegiata e citando per giunta la famosa frase: "Perchè io sono io e voi nun siete un c**zo".

Perchè tutta questa premessa? Sette anni fa morì un ragazzo. Aldrovandi si chiamava. La sua colpa fu quella di aver incontrato un posto di blocco mentre tornava a casa A PIEDI dopo aver bevuto. I quattro agenti che lo pestarono a sangue, furono denunciati per omicidio e dopo sette anni una sentenza della cassazione conferma loro la pena di tre anni e sei mesi a testa.

Tutto questo preambolo solo per invitarvi a cliccare sul link sottostante

https://m.facebook.com/home.php?refid=9#!/groups/193634450696549?__user=645414728

e a leggere con attenzione tutto ciò che è scritto in questo gruppo del noto social network, per farvi capire a quali membri delle forze dell'ordine penso quando scrivo o parlo trapelando rabbia e intolleranza.
Leggete con attenzione!!

Ps se il link non si aprisse neanche facendo copia incolla, il nome del gruppo da cercare su Facebook è: "Prima difesa due".


Nessun commento:

Posta un commento