lunedì 25 giugno 2012

Operatore virtuale a chi???

L'operatore di telefonia mobile virtuale, secondo Wikipedia, è
"una società che fornisce servizi di telefonia mobile senza possedere alcuna licenza per il relativo spettro radio né necessariamente avere tutte le infrastrutture necessarie per fornire tali servizi utilizzando a tal scopo una parte dell'infrastruttura di un operatore mobile reale".

Alcuni esempi sono CoopVoce, PosteMobile, Erg, Tiscali, British Telecom e moltissime altre.
Non hanno mezzi paragonabili neanche minimamente ai quattro operatori con la O maiuscola (Tim, Vodafone, Wind e Tre) ed essendo sul mercato da pochi anni neanche l'esperienza (almeno sulla carta).
Sta di fatto che ho girato due diverse città per effettuare una portabilità da Wind a Tim su una microsim. Entrambj i negozi mi hanno chiesto di tornare "prossimamente" perchè avevano terminato le microsim. Stufo di aspettare ripiego su CoopVoce, entro nel primo supermercato e chiedo se avessero queste benedette anomale sim: la risposta è "Certo".

Sarà anche una coincidenza ma ci sono rimasto malissimo: se la prima azienda di telefonia in Italia fosse surclassata dal primo supermercato arrivato farebbe riflettere. Il bello è che io ho avuto già in passato Tim come operatore, e tra qualche mese potrò anche postare un confronto ponderato tra Davide e Golia....

Nessun commento:

Posta un commento