giovedì 2 febbraio 2012

USA e Iran: analogie

da ilfattoquotidiano.it:
Due turisti britannici arrestati all’aereoporto di Los Angeles con l’accusa di essere dei terroristi, tenuti dodici ore in carcere e poi rispediti in Irlanda; tutto per una battuta di uno dei due che su Twitter diceva all’altro “spacchiamo l’America”, eccitato per l’imminente viaggio in California. Su Breaking Italy oggi parliamo di questo, dei finti tagli allo stipendio auto inflittisi dai parlamentari e di uno sfortunato ragazzo di Treviso.


Purtroppo il processo di evoluzione della specie umana non ha tempi precisi: in Italia fino a 60 anni fa non consentivamo il voto alle donne, in Sudafrica durante il recente apartheid i negri subivano discriminazioni, mentre ancora oggi assistiamo a cose che per noi non hanno senso: gay torturati e condannati a morte in Iran e turisti cacciati dagli USA (dopo breve detenzione) per una battuta su un social network. 
Non abbiamo fretta, prima o poi anche l'Iran diventerà una democrazia dove crimini del genere non saranno permessi. Per gli states invece ho qualche dubbio in più, perché loro son già convinti di essere un paese civile....



Nessun commento:

Posta un commento