giovedì 16 febbraio 2012

Quote rosa: l'apice del maschilismo

Secondo voi una legge che impedisce alle aziende di dar lavoro a gay o negri è discriminatoria? Si?
E, sempre secondo voi, una legge che obbliga le aziende ad assumere cinesi o comunisti è giusta? No?

E allora perché si continua a parlare di quote rosa? Trattare le donne come degli esseri inferiori che hanno bisogno di posti a loro dedicati per entrare in politica o nel mondo del lavoro non è discriminatorio?
Credete che Marie Curie o Charlotte Bronte abbiano usufruito di percorsi agevolati per diventare qualcuno? 


immagine di lostuzzicamente.blogspot.com

1 commento:

  1. Approvo il ragiinamento, è una teoria che provo da anni a spiegare a qualsiasi donna mi si presenti innanzi tirando fuori questo argomento. È un po' come i gay, che si offendono se ce li chiamano.. Si discriminano da soli..

    RispondiElimina